Reggio Tutta – PDF

Da oggi, avrai accesso ad nuova modalità di sfoglio da PC, con la possibilità di scaricare il PDF ed effettuare ricerche all’interno dell’archivio. Potrai inoltre leggere il tuo quotidiano preferito o l’Espresso anche su Tablet. Per accedere basterà reggio Tutta – PDF sul pulsante „Accedi“ che trovi in alto a destra ed effettuare il login con le stesse credenziali di Extra.


Författare: Reggio Children.
Zu jeder Zeit und ganz egal wo ihr lebt: in einer Stadt, in einem Dorf… überall seid ihr umgeben von Hunderten von Lebewesen und Dingen, die aufregend sind und erkundet werden wollen … Wie Kinder in hundert Sprachen ihre Stadt erforschen, vom Flirt mit der Welt erzählt dieses Buch … Mit Bildern, Ideen und Theorien von Kindern in den ersten sechs Lebensjahren und Beiträgen, u.a. von Jerome Bruner, Carla Rinaldi, Vania Vecchi, Tulio Zini.

Scegli la testata di tuo interesse e buona lettura! Le abbiamo sfondato la vagina“ Orrore nell’ospedale di Reggio Calabria Risate sugli errori dei colleghi e sul rischio di morte dei pazienti. Le indagini sugli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria e sui suoi medici, ieri hanno portato alle manette quattro ginecologi e all’interdizione altre sette persone. Dalle intercettazioni emergono alcuni dettagli inquietanti. Alessandro Tripodi fare „apertamente riferimento alla circostanza che il dott. Tripodi: allora, quella lì, eh, di Timpano, che gli ha sfondato la vagina. Pina Gangemidottore vedete se potete venire che qua c’è l’ira di Dioride.

Parlando con un altro collega, dr. Poi, dice c’era un buco nella vagina e l’utero in pratica era come se avessero fatto una. Tripodi al telefono ride anche quando a perdere la vita è un bambino, a causa di un parto finito male che sarebbe stato realizzato dal primario, Pasquale Vadalà, e dalla collega Manuzio. Ehi- dice alla moglie al telefono – eh niente, gli è morto un bambino quà a Vadalà e alla Manuzioomissis ho chiuso il cellulare apposta, cretina, perché sennò mi chiamava in continuazione Vadalà ehomissis. In chiamata con un’altra collega, Tripodi avrebbe detto: „Si sono messi l’altro giorno a fare un’isterectomia per via vaginale“.

Gli è rimasto l’utero nella mani“, ride Tripodi, „stava morendo la paziente“. Questi miserabili criminali mi fanno vergognare di appartenere alla razza umana. Ma l’ordine dei medici cosa aspetta a buttarli fuori? Neanche il processo farei a questa gente! In galera e butterei la chiave! Lauree facili, assunzioni e scalate professionali, tutto a propulsione mafiosa. Andate a rivedere chi ha fatto le nomine in quegli ospedali-mattatoio.

Ma un bel muro, mi raccomando che sia ben disinfettato,e una mitragliera 7×21 secondo voi bastano per questi pezzi di m? Meritano di essere linciati dalla popolazione. In ogni caso devono essere gettati in cella e buttare le chiavi per almeno una trentina di anni. Avevo un amico urologo che mi raccontava che veniva chiamato in continuazione dai colleghi ginecologi perché, quando effettuavano un cesareo, avveniva spesso che tagliavano la vescica della partoriente.

E allora era l’urologo che doveva intervenire per suturare a dovere. Per lui era una cosa normale. 1945 ma l’ergastolo per questi delinquenti nooo he ! Qui sì che ci vorrebbe l’ergastolo! Se una delle donne „operate“ fosse stata mia figlia, il primario per il resto della sua vita avrebbe dovuto guardarsi le spalle.

Lauree facili, assunzioni, scalate professionali immeritate, tutto a propulsione mafiosa. Intendo dire che tutti questi mali non sono altro che il retaggio di una colonizzazione araba prima e spagnola poi. Sanità pubblica sempre più vergognosa e schifosa oltre ad essere, come ha dichiarato un membro del governo in carica, un COVO DI DELINQUENTI. I secondi sono, purtroppo, una rarità. Sarebbero questi i validi superlaureati meridionali che dovrebbero civilizzare noi rozzi padani?

Questi i commenti dei medici dopo un intervento chirurgico. Sarebbe interessante sentire i commenti dei magistrati dopo un processo. Commenti del tipo „io a quello gli ho fatto un mazzo così“. Ricordate il PM Di Pietro: „io a quello lo sfascio“? Se è la verità, questi personaggi devono avere delle pene esemplari. Bruno vespa e altri li ospiteranno in trasmissione li pagheranno pure e la brutta storia continua. Il minimo se accerato e‘ l‘ interdizione a vita da esercitare la professione e licenziamento in tronco.

E questi fatti continuano a succedere del resto danno laure a cani e porci al sud basta pagare. E‘ ora che torni gente del calibro di Stalin! Tanto si sa che per esercitare come medico bisogna far parte delle lobby cattoliche. Un altro schifo e sempre in calabria. La cosa peggiore é che fino ad oggi, nessuno paga. I magistrati si lamentano della corruzione peró non lasciano nessuno in carcere. Neanche di macellai ne vedo in carcere.