In solo barbarico … PDF

Il periodo successivo alla deposizione dell’ultimo imperatore Romolo Augusto e alla fine dell’Impero romano d’Occidente del 476 d. Questa voce o sezione in solo barbarico … PDF’argomento storia antica non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Il regno fu l’unica istituzione politica nuova elaborata dagli invasori anche se ci furono importanti differenze all’interno dei popoli germanici. Nonostante il ruolo distruttivo che spesso i popoli invasori svolsero sulle terre invase, quasi tutti i nuovi regni furono a loro volta estremamente vulnerabili e in qualche caso anche molto piccoli.


Författare: .
Im Jahr 1872 wurde durch eine Verfügung des preußischen Ministers der geistlichen und Unterrichtsangelegenheiten die Alte Geschichte als eine eigene Abteilung des Historischen Seminars der Philipps-Universität konstituiert. Am Beispiel der Geschichte des Seminars bis zum Ende der 1960er Jahre werden die komplexen Wechselwirkungen zwischen Wissenschaft, Politik und Gesellschaft im Fach Alte Geschichte vor dem Hintergrund einer modernen Universitätsgeschichte untersucht. Hierzu wurde sowohl ein biographischer als auch ein strukturgeschichtlicher Zugang gewählt.

Questa voce o sezione sull’argomento storia è ritenuta da controllare. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento. Lo stesso argomento in dettaglio: Eptarchia. Nel 407 le legioni romane avevano abbandonato l’isola a se stessa. La Britannia fu invasa nel V secolo e cristianizzata tra il V e il VI secolo. I celti irlandesi vennero evangelizzati da san Patrizio e organizzati in comunità monastiche dall’esperienza religiosa molto intensa. In Irlanda le tribù celtiche avevano ciascuna un proprio re.

Periodicamente i capo tribù si riunivano sulla collina-santuario di Tara, dove eleggevano un simbolico „re supremo“, con un potere più che altro sacrale. Da un punto di vista politico la situazione dei regni anglo-sassoni ci è nota solo a grandi linee. Nel VI secolo i gallesi furono cristianizzati. I regni germanici erano spesso in conflitto tra loro, soggetti a guerre, scissioni e accorpamenti. Lo stesso argomento in dettaglio: Regno visigoto. I Visigoti, cacciati dai Franchi in Spagna, assorbirono il regno nord-orientale dei Suebi e poi dei Vandali, costringendo questi ultimi a migrare verso l’Africa creando un nuovo regno più esteso, dove ricercarono la convivenza con la Chiesa locale e con l’elemento romano della popolazione. Alla fine del VI secolo i Visigoti si convertirono dall’arianesimo al credo niceno, suggellato dal battesimo di re Recaredo I.

Lo stesso argomento in dettaglio: Regno suebo. Il regno suebo fu il primo regno a separarsi dall’Impero romano e a battere propria moneta. Lo stesso argomento in dettaglio: Storia della Gallia tardo-antica e alto-medioevale. Lo stesso argomento in dettaglio: Regno franco. Nel V secolo i Franchi si erano stabilizzati nella Gallia centrale come foederati, incaricati di difendere la frontiera del Reno contro Alani, Svevi e Vandali. I Salii di re Clodoveo batterono Siagrio, semiribelle all’Impero, nel 486 presso Soissons.

Quest’ultimo, fuggito, venne riconsegnato ai franchi dai Visigoti di Alarico II della Gallia del Sud e quindi giustiziato. Clodoveo scelse come capitale Lutetia, poi chiamata Parigi, a conclusione del processo di conquista culminato verso il 490. Re Clodoveo fece allora una scelta singolare, cioè quella di convertirsi, imponendo il battesimo al proprio popolo, non secondo la fede ariana, predominante nei popoli germanici, ma secondo il credo niceno accettando di sottomettersi solo e soltanto al vescovo di Roma. La scelta ebbe una portata storica molto forte, in quanto i Franchi furono di fatto il primo popolo che accettò il primato del vescovo di Roma. L’Historia Francorum di Gregorio di Tours data la conversione di Clodoveo al natale del 496, respinta ormai da molti storici che la collocano al 506, alla vigilia del conflitto con gli ariani Visigoti. Il regno di Clodoveo si frammentò tra gli eredi, secondo le usanze del tempo che consideravano le conquiste territoriali alla stregua del patrimonio personale di beni mobili.